Home Biblioteca del trader I partecipanti del mercato Forex

Biblioteca del trader

I partecipanti del mercato Forex

I partecipanti del mercato Forex

Tutti i partecipanti del mercato Forex possono essere suddivisi in due categorie: attivi (market makers) e quelli passivi. Agenti attivi sono le banche commerciali e società di intermediazione, che influiscono direttamente su formazione dei prezzi e tutti gli altri processi, che hanno luogo nel mercato.

Partecipanti Forex passivi fanno operazioni in valuta ai prezzi offerti dai market makers. Comprano e vendono valuta al fine di pagare i contratti internazionali di import-export, gli investimenti esteri, la speculazione sulle fluttuazioni di valuta, il turismo e così via.

I partecipanti al mercato Forex sono:

Le banche commerciali

Le banche commerciali sono i partecipanti centrali del mercato valutario internazionale di Forex, in quanto possiedono ampi attivi. Essi possono realizzare autonomamente le transazioni sullo scambio interbancario ed intermediare tra acquirenti e venditori. I titolari di conti bancari presentano le loro richieste per condurre operazioni di conversione — lo scambio di una certa quantità di una valuta per l’equivalente di un altra, aprono depositi o prendono prestiti in valute diverse.

Così, le banche accumulerano la domanda aggregata e offerte di acquisto/vendita valuta estera nel mercato. Se le banche non possono soddisfare le esigenze dei propri clienti per conto loro, prendono in prestito i fondi da altre banche. Pertanto Forex non è la borsa valutaria nel suo senso classico, ma piuttosto un mercato delle transazioni interbancarie.

Le banche centrali

L’obiettivo principale delle banche centrali è quello di regolamentare il mercato dei cambi, questo si riflette nel prevenire forti oscillazioni dei tassi di cambio, mantenendo l’equilibrio delle importazioni/esportazioni ecc. La loro influenza può essere diretta — attraverso la leva di intervento valutario, e indiretta — attraverso il regolamento dei tassi di interesse e dei volumi di emissione di moneta.

Sul mercato dei cambi le banche centrali entrano con lo scopo di verificare o correggere un tasso esistente di una moneta nazionale. Fare un profitto non è il loro interesso prioritario. Essi possono agire attraverso le banche commerciali, o di effettuare provvedimenti comuni. La massima influenza hanno le banche centrali degli Stati Uniti d’America, Giappone, Inghilterra e la Banca Centrale Europea.

Società di intermediazione

La funzione di società di intermediazione è la intermediazione tra venditori e acquirenti di valuta estera per la conclusione delle operazioni di prestito e di deposito, o di conversione. Per i suoi servizi tali società impongono una tassa in percentuale da transazioni commessi.

Le imprese che effettuano operazioni di commercio estero

Le aziende che lavorano con gli acquirenti e fornitori stranieri, si sentono costantemente la necessità di acquistare o vendere valuta. Sono i clienti più stabili delle banche in termini di transazioni in valuta estera e la collocazione degli attivi liberi in depositi a breve termine. Inoltre, queste aziende di solito non possono operare in modo indipendente sul mercato dei cambi e eseguono tutte le transazioni attraverso le banche.

Imprese impegnate in attività di investimento estero

Queste aziende sono i principali fondi di investimento, che mettono i loro attivi in titoli di grandi aziende o di governi dei vari paesi, al fine di trarre profitto. I più noti fondi di investimento internazionali sono «Dean Witter» e «Quantium». Di questo tipo di imprese fanno parte anche le grandi aziende con investimenti produttivi esteri, che creano filiali e joint-venture in tutto il mondo (Xerox, General Motors, Nestlé, ecc).

Mercati valutari

Queste sono unità strutturali del mercato di valuta, su cui si formano i tassi di cambio e l’effettuazione di operazioni in valuta estera da persone giuridiche. Sui mercati valutari sono negoziati non solo le valute, ma anche strumenti finanziari derivati ​​(futures, opzioni, ecc).

Dealing Desk

Sono le imprese di intermediazione che conducono operazioni sul mercato dei cambi per conto di individui, che non hanno sufficienti risorse per la partecipazione autonoma in negozziazione. Tutte le transazioni, che sono effettuate per mezzo di aziende dealing, sono speculativi, che sono rivolti a la ri-vendita di valuta per il profitto.

Individui

Gli individui sono i partecipanti al mercato dei cambi, che conducono operazioni di acquisto/vendita di valuta estera a fini speculativi e per le operazioni di cambio non commerciali (trasferimento dei salari, il turismo straniero, ecc).