Home Biblioteca del trader Formazione del prezzo dell'oro

Biblioteca del trader

Formazione del prezzo dell'oro

Formazione del prezzo dell'oro

Nonostante il fatto che l’oro ha da tempo perso il suo status come un importante strumento di pagamento, il metallo prezioso rimane ancora un «porto sicuro» per gli investitori in tempi di crisi economica. In diversi periodi la domanda d’oro aumenta e cade. Rispettivamente si cambia verso l’alto o verso il basso il suo prezzo.

Domanda e offerta di oro

Per capire il problema, come si forma il prezzo dell’oro, è necessario innanzitutto identificare i componenti della domanda e dell’offerta per il metallo.

La domanda di oro è formata da tre parti principali

  • domanda di investimenti è del 45% della domanda totale. Ciò include la necessità dell’oro di riserve auree, banche e acquirenti di lingotti e monete d’oro nazionali;
  • domanda fisica od orafa copre altri 45% della domanda totale. E’ formata da un’insieme di richieste d’acquisto di oreficeria. I principali consumatori sono Cina, India e Medio Oriente;
  • domanda dell’industria e della medicina include il restante 10% della domanda totale. In questo caso l’oro di solito viene utilizzato per soddisfare le esigenze di elettronica e stomatologia.

L’offerta di oro si forma da due fonti: dai produttori e delle banche centrali. La maggior parte dell’oro viene prodotta in Cina e Sud Africa, seguita da Stati Uniti e Australia, e poi — Perù, Indonesia, Russia e Canada.

Le banche centrali in continuo formano sia la domanda, che l’offerta di oro. I più grandi riserve auree hanno le banche centrali degli Stati Uniti, della Germania ede il FMI.

Fattori che determinano il prezzo dell’oro

Domanda e offerta dell’oro, così come qualsiasi altra merce, sono in continua evoluzione. Di conseguenza, il prezzo per esso aumenta o diminuisce. Il maggior valore dei metalli preziosi si osserva in tempi di crisi economica e politica. In questo periodo gli investitori cominciano convertire in massa i loro beni in oro per salvarli da svalutamento. Una volta che la crisi passa, e si nota la crescita dell’economia, l’interesse per l’oro gradualmente svanisce, e il suo prezzo si riduce.

Esistono anche gli altri fattori che determinano il prezzo dell’oro. Questi includono

  • Il volume delle consegne di oro al mercato. Quando i volumi di fornitura di oro sul mercato si riducono, il prezzo si aumenta. Tale situazione può svilupparsi al inizio di crisi politiche o dopo ogni disastro naturale, che provocano la fermata del lavoro in aziende di produzione dell’oro.
  • Il tasso di cambio del dollaro. Il prezzo dell’oro è inversamente proporzionale al valore del dollaro. Durante il declino del dollaro nei confronti dell’euro, il costo dei metalli preziosi aumenta, e viceversa. Eccezionalmente si può apparire la situazione opposta, quando l’oro e il dollaro aumentano nel prezzo allo stesso tempo. Tuttavia, tali processi sono in genere di breve durata.
  • L’attività delle banche nazionali nei paesi sviluppati. Se la Banca nazionale ha deciso di aumentare le riserve auree e valutarie del paese, inizia ad acquistare attivamente l’oro. Questo porta ad un aumento della domanda del metallo prezioso e quindi aumenta il suo costo.
  • Diceria sul mercato mondiale. Questo fattore può causare aggiotaggio attorno metalli preziosi, che porta ad un aumento della domanda ed aumento dei prezzi. I più incisivi sono diceria dei cambiamenti nella situazione economica o politica nei paesi sviluppati.
  • Borsa metalli di Londra. I prezzi dell’oro mondiali sono guidati dal prezzo, che viene impostato dalla Borsa metalli di Londra. Questa struttura è la piattaforma più grande nel trading dei metalli preziosi. Qui il prezzo dell’oro si imposta due volte al giorno, in tre valute: dollaro, euro e sterlina.

Il ruolo di oro come del’attivo

L’oro non perde il suo valore in tutti i tempi. Pertanto, in periodi di crisi e di incertezza economica, gli investitori preferiscono aspettare fuori «la tempesta», convertendo i loro beni in oro. Questo metallo prezioso è generalmente riconosciuto come il «porto sicuro», quando c’è la minaccia di svalutazione della moneta nazionale.

L’oro è uno strumento di investimento eccellente. L’acquisto di lingotti d’oro non è tassato. E’ sempre in domanda. L’oro non cade mai notevolmente nel prezzo, e per qualche centinaio d’anni è l’attivo finanziario più affidabile.

Inoltre, l’oro è in qualche genere l’indicatore di negoziazione del mercato. Tradizionalmente, se il valore di questo metallo prezioso inizia a crescere rapidamente, dovremmo aspettarci variazioni dei prezzi di altri beni. In periodi in cui il prezzo dell’oro raggiunge il suo picco, allo stesso tempo vi è una diminuzione massima delle quotazioni del dollaro sullo sfondo di inflazione crescente. Questo è stato di solito seguito da calo delle borse. Questi leggi permettono agli investitori di prendere in tempo in considerazione gli eventi che minacciano, e di investire i loro attivi in metalli preziosi